ladra di biciclette

il bike blog di una giornalista a pedali

Chi sono

Mariateresa Montaruli, foto per il blog Ladra di biciclette sulla bici al femminileGli anni non li dico. Lascio un indizio però. Ne ho compiuti 30, di Milano. Che significa: amori, molte amiche, una casa con il caminetto piena di libri, cartine geografiche, scarpe da tango e quattro biciclette. E, da qualche tempo, una cucciola di border collie con il nome di un’impresa che non riuscirò mai a compiere, Himalaya, che in sanscrito significa Dimora delle nevi, che io chiamo Pippi o Laya.

Sono blogger e giornalista di bici al femminile

Negli ultimi 25 anni sono partita spesso con un passaporto rilasciato nella terra delle orecchiette & rape. Scrivo reportage di viaggio. Tempo fa, sollecitata da un amico, ho contato i paesi dove avevo viaggiato: erano un’ottantina. In sintesi, sono travel writer, bike blogger, esperta di web writing e comunicazione. Attratta dalla geografia e dalle storie, anche curiosa delle infinite possibilità della comunicazione che corre sul web.

Mariateresa Montaruli: dalla Puglia a…

So che state per farmi una domanda… Vi rispondo. Non so quale sia il posto più bello che abbia visto, né quello più straordinario in cui abbia pedalato. So che ho nel cuore Buenos Aires, le Azzorre, L’Avana, Capetown, la Grecia, le Lofoten, Londra, la Valle del Draa in Marocco, l’Alpujarras in Spagna e l’isola di Jura in Scozia. Anche il Sarrabus in Sardegna, il sudest della Sicilia, le Vie del Paesaggio a nord di Todi in Umbria, le Dolomiti tutte e la “mia” Puglia: le origini, la matrice, la terra senz’acqua battuta dai venti come se fosse un’isola. 

Mariateresa Montaruli, bicicletta Nemo Cinelli per il blog Ladra di biciclette
La mia bici Nemo Cinelli sotto un carrubo secolare in Valle d’Itria, in Puglia

In un curriculum informale scriverei che mi piace ballare il tango A Evaristo Carriego, cantare A Natural Woman di Aretha Franklin, fare il Saluto al Sole dello yoga, pedalare in discesa, respirare nella natura, stare a bagno nel mare della spiaggia del Giunco a Villasimius o di Milos, nell’Egeo. E camminare nei boschi con Laya che mi corre intorno. Anche andare in bici con lei, cane pastore, che mi tiene d’occhio, come se fossi una pecora.

Un quarto di secolo di guide e articoli

Un cv formale racconterebbe che sono interprete di inglese e francese, che ho un Master in Bocconi in Economia del Turismo e mi arrangio anche con lo spagnolo. Ho collaborato con la maggior parte delle riviste di viaggio e femminili su temi di attualità e geografia culturale. Ho pubblicato guide turistiche su Scozia, Cuba, Valle d’Aosta, Alto Adige, Umbria, Puglia e Sardegna e un bel libro sulle Masserie. Ho anche insegnato ad andare in bici a donne emigrate per lo più nordafricane.

Un mio portfolio di articoli online è raccolto su Contently. Nel marzo del 2017 ho progettato e coordinato editorialmente il magazine della Regione Lombardia InBici. Collaboro a Io Donna, il femminile del Corriere della Sera. E scrivo progetti di comunicazione in materia di marketing territoriale, mobilità dolce e su tutto ciò che ruota intorno alla bici non solo al femminile.

Per un curriculum più serio c’è sempre Google…

Mariateresa Montaruli autrice del blog Ladra di biciclette
Mariateresa e Laya a Crespi d’Adda
Navigate