Ti pagano per usare la bici al posto della macchina, aderisci anche tu all’iniziativa

Ogni giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale della bicicletta, istituita dalle Nazioni Unite nel 2018.

Questa ricorrenza mira a promuovere l’utilizzo delle due ruote come alternativa sostenibile alle automobili, contribuendo così alla riduzione delle emissioni e alla tutela dell’ambiente e della nostra salute.

Bici e pagamento per andarci
Ti pagano per andare in bici (Ladra di Biciclette.it)

Vediamo quali sono gli incentivi offerti per chi sceglie di pedalare.

Tutti i bonus per pedalare

Queste iniziative rappresentano solo alcuni degli esempi su come diverse realtà locali stiano incentivando attivamente l’utilizzo della bicicletta come mezzo principale negli spostamenti quotidiani dei cittadini. La Giornata mondiale della bicicletta diventa così non solo una celebrazione ma anche uno stimolo concreto verso pratiche più sostenibili ed ecologiche nell’ambito della mobilità urbana ed extraurbana.

Bici e bonus
Bonus per la bici (LadradiBiciclette.it)

Gli incentivi a Firenze: Il Comune di Firenze ha introdotto l’iniziativa “Pedala, Firenze ti premia”, un progetto che offre un contributo economico a chi decide di utilizzare la bicicletta per i propri spostamenti quotidiani. I cittadini che abbandonano i mezzi a motore per le due ruote possono ricevere un bonus di 20 centesimi per ogni chilometro percorso nei tragitti casa-scuola e casa-lavoro. Per gli altri percorsi, il bonus è di 5 centesimi al chilometro, con un importo massimo maturabile di 2 euro al giorno e 30 euro al mese.

Il progetto “Bike to work” a Modena: Anche Modena ha lanciato una propria iniziativa denominata “Bike to work”, che prevede l’erogazione di buoni mobilità destinati ai lavoratori che scelgono la bicicletta o il monopattino elettrico come mezzo principale per recarsi al lavoro. L’incentivo ammonta a 20 centesimi per chilometro nel tragitto casa-lavoro fino al 30 settembre 2024, con lo scopo di disincentivare l’uso dell’auto in favore di mezzi più sostenibili.

L’iniziativa a Rubano: Il Comune di Rubano ha adottato una misura simile offrendo un incentivo pari a 0.25 euro al chilometro per i tragitti casa-lavoro o casa-scuola (per percorsi minimi di 3 chilometri), con un limite massimo giornaliero fissato a 6 euro e mensile a 50 euro. Questa agevolazione rappresenta un ulteriore stimolo all’utilizzo della bici nelle routine quotidiane.

Bonus bici in Emilia Romagna: La Regione Emilia-Romagna si è distinta attraverso la promozione dell’acquisto delle due ruote mediante l’erogazione di contributi economici parziali destinati all’acquisto sia delle biciclette tradizionali sia delle cargo bike entrambe dotate del sistema pedalata assistita. Il contributo può arrivare fino a 500 euro per le bici tradizionali e fino ad un massimo di mille euro per le cargo bike pedalate assistite, coprendo non oltre il cinquanta percentuale del costo totale del mezzo acquistato.

Impostazioni privacy