Pippo Baudo, la malattia entrata nella sua vita: il dramma del conduttore che in pochissimi conoscono

Qual è la malattia entrata nella vita di Pippo Baudo? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul dramma del conduttore che pochi sanno.

La rivelazione sulla malattia dell’amato conduttore della Rai ha scosso veramente tutti: ecco che cosa è accaduto a Pippo Baudo e in che modo il dramma ha cambiato drasticamente la sua vita.

pippo baudo malattia
Pippo Baudo, la malattia entrata nella sua vita-Ladradibiciclette.it

Il conduttore alle prese con una malattia molto complicata, difficile da gestire, e alle volte impossibile da superare. Così Pippo Baudo si ritrova in un dei momenti più drammatici: ecco come questo male è entrata nella sua vita cambiando tutto.

Pippi Baudo che malattia ha avuto? Ecco cosa è accaduto al conduttore

La scoperta del male, il cancro alla tiroide, ha messo a rischio la vita del conduttore portandolo a vivere un dramma importante proprio in un momento molto delicato. Alla guida di una delle prime edizioni di Canzonissima, Pippo Baudo, si è ritrovato ad affrontare uno dei momenti più brutti di tutta la sua esistenza. Cure innovative, anni di terapie, hanno permesso al conduttore di poter superare il cancro nel corso del tempo. Era infatti il 1971 quando scopriva di essere affetto dal brutto male.

che malattia ha pippo baudo
Il dramma del conduttore che in pochissimi conoscono – Foto Ansa – Ladradibiciclette.it

A distanza di anni infatti, grazie alle cure sempre più innovative, Pippo Baudo ha potuto sconfiggere il male e il cancro è definitivamente scomparso. Il suo racconto che recentemente è ritornato in auge nella sua memoria è da brividi: “Ero preoccupatissimo. Avevo il cancro e facevo la prima ‘Canzonissima’ della mia vita. Prendevo una tiroide naturale, dai maiali, e non era una cura sicura. Chiusi quella trasmissione salutando tutti, andando a cena con i colleghi, avevo con me la borsa con la vestaglia e andai in clinica”.

Una battaglia che il conduttore è riuscito a sconfiggere grazie a una cura sperimentale. Un metodo mai provato prima che veniva testato dopo lo scoppio della centrale nucleare di Chernobyl. “Lo scoppio della centrale mandò in aria lo iodio radioattivo, che creò danni enormi. Tutti i bambini nascevano grassi e senza tiroide. Un professore andò a Cernobyl e visitò quei bambini. Fece un ragionamento semplice: “Se io dò agli ammalati di tiroide lo iodio radioattivo, questi ammalati guariranno”. “Mi portarono a Pisa, dove c’erano tanti ricoverati come me e mi chiesero se volessi fare un esperimento con loro. Accettai”.

Oggi Pippo Baudo sta bene anche se non appare più in tv. Si sta godendo la vecchiaia e il meritato riposo dopo anni di carriera eccelsa nel mondo dello spettacolo.

Impostazioni privacy