Pagamento rifiutato su Booking, la truffa è fin troppo realistica: come evitarla

Una nuova truffa sta mettendo in pericolo le vacanze degli italiani. L’avviso del pagamento rifiutato è un raggiro, scopriamo di più.

È stata segnalata una truffa che coinvolge Booking, la piattaforma di prenotazioni più utilizzata dagli italiani. Vediamo a cosa prestare attenzione per riconoscere la trappola costruita ad arte dai criminali informatici.

La truffa del pagamento rifiutato su Booking
Come riconoscere la nuova truffa che rovina le vacanze (Ladradibiciclette.it)

Milioni di cittadini usano Booking per prenotare soggiorni. La piattaforma ha un’interfaccia intuitiva e permette di scegliere tra centinaia e centinaia di strutture in base alla destinazione desiderata. Le recensioni dei clienti con le stelline e i punteggi permettono di avere un’idea chiara sull’hotel, il B&B, l’appartamento che si sta visionando. Le informazioni sono precise e complete e i prezzi convenienti.

Chi sfrutta parecchio l’agenzia di viaggi online, poi, potrà salire di livello e ottenere sconti e promozioni interessanti. Il sito web propone 28 milioni di strutture in tutto il mondo ed è disponibile in 43 lingue. Sapendo quanto Booking sia apprezzato dagli utenti per la prenotazione di vacanze, i cyber criminali hanno deciso di approfittarne per costruire delle truffe intorno al nome della piattaforma. Vediamo come riconoscerla ed evitare il raggiro.

La nuova truffa online che sfrutta il nome di Booking, attenzione

L’avvocato Massimiliano Dona, esperto di tematiche riguardanti i consumatori, ha messo in guardia gli utenti. Sta circolando una truffa che cerca vittime tra chi prenota alberghi o appartamenti online tramite Booking.com. I criminali informatici inviano un messaggio nella chat del sito di prenotazioni con cui avvisano il malcapitato di una possibile cancellazione della prenotazione per un pagamento rifiutato.

La truffa online che coinvolge Booking, come riconoscerla
Attenzione ai messaggi nella chat di Booking: potrebbero essere opera di cyber criminali (Ladradibiciclette.it)

Nel testo si legge, poi, l’invito a cliccare su un link per risolvere la questione velocemente facendo nuovamente il versamento. Non bisogna farlo, però, in quanto si aprirà una pagina creata dai cyber criminali che assomiglia all’originale ma non lo è. La richiesta di inserire i dati della carta di credito per procedere con il pagamento non deve essere seguita o si cadrà nella trappola perdendo i soldi. Attenzione, dunque, all’arrivo di un messaggio, seppur nella chat di Booking.com.

Purtroppo i malintenzionati riescono abilmente ad appropriarsi delle credenziali dei proprietari della camera o dell’appartamento prenotati, per inviare successivamente il finto avviso. Mai cliccare su link sospetti, quindi, e in caso di dubbi meglio contattare direttamente la struttura sfruttando i canali ufficiali del sito di prenotazioni e chiedere delucidazioni. Una volta riconosciuta la truffa, sarà bene segnalarla alle Autorità per evitare che altre persone possano cadere nel raggiro perché ignari del pericolo.

Impostazioni privacy