In arrivo un fenomeno che riguarderà tutta la penisola: ecco chi non deve uscire di casa ed in quali giorni, rischi per la salute

I fenomeni meteo estremi o comunque anomali stanno diventando sempre più frequenti; il consiglio è di evitare di uscire di casa nei prossimi giorni.

Il clima italiano, già dall’inizio dell’anno, ci ha riservato non poche sorprese e, purtroppo, nemmeno positive. Anche nel resto del mondo si stanno verificando fenomeni molto particolari, basti pensare alle alluvioni di Dubai, della Cina, o del tornado (rarissimo) che ha colpito alcune città dell’Arabia Saudita.

fenomeno meteo estremo in arrivo
In arrivo un fenomeno meteo potenzialmente pericoloso per la salute – Ladradibiciclette.it

Il nostro Paese ha avuto a che fare con un caldo precoce a febbraio, salvo poi vedere gli effetti dell’inverno (anche con tante precipitazioni nevose) quando a calendario sarebbe dovuta arrivare la stagione calda.

A breve si manifesterà un fenomeno particolare, e gli esperti consigliano – almeno ad alcune categorie di persone – di stare a casa e di proteggersi. Ecco di cosa si tratta.

Occhio al cielo, sta per accadere qualcosa di atipico e colpirà gran parte dell’Italia nei prossimi giorni

Dopo un paio di giorni in cui sole e temperature estive hanno baciato tuta la penisola, adesso il meteo è cambiato di nuovo e si stanno verificando piogge, temporali e grandine in diverse regioni.

ondata Italia sabbia deserto
Sta per abbattersi sull’Italia un’ondata di sabbia sahariana – Ladradibiciclette.it

Ma non è questo che preoccupa gli esperti. Infatti, a breve (già da mercoledì sera e fino a tutto venerdì 3 maggio) il cielo del nostro Paese si tingerà di rosso/arancione perché sarà carico di sabbia proveniente dal Sahara.

Gli esperti meteo ci ricordano che si tratta di pulviscolo sahariano, richiamato verso il nostro Paese da una depressione in Approfondimento sul Mediterraneo occidentale. Cieli colmi di sabbia, dunque, che a causa delle piogge si riverserà tutta sulle nostre strade, case, auto. Da una parte si tratta di un disagio facilmente risolvibile, infatti basterà aspettare a lavare i vetri delle finestre oppure l’auto, ma dall’altra alcuni soggetti rischiano problemi di salute.

Infatti respirare il pulviscolo e la sabbia può innescare problemi respiratori nei fragili, e le autorità in questi casi consigliano ad anziani, bambini, donne incinte e chiunque soffra di qualche patologia respiratoria, a non uscire di casa. Il fenomeno della sabbia dovrebbe sparire entro venerdì e si concentrerà soprattutto in alcune regioni. Parliamo della Sardegna, di tutte le regioni a Nord Ovest, della Sicilia, e in maniera meno intensa anche della Toscana ed Emilia Romagna.

Nei territori dove si verificheranno le piogge, gli esperti stimano che potrebbero cadere al suolo anche 1,5 grammi di sabbia per metro quadrato. Inoltre, sempre secondo le previsioni, dopo una piccola pausa di due giorni le polveri sabbiose del Sahara potrebbero tornare anche tra domenica 5 e lunedì 6 maggio.

Impostazioni privacy