Non solo Bonus Psicologo, arriva anche quello per la fisioterapia: mal di schiena addio

Arriva il bonus per la fisioterapia, puoi dire addio al tuo mal di schiena. A chi spetta e come fare la domanda.

Per tutti coloro che soffrono per il mal di schiena è giunta una notizia è importantissima. Il legislatore ha infatti sancito un bonus per la fisioterapia. I trattamenti fisioterapici sono indispensabili per dire addio al dolore e al fastidio provocato spesso, dalla tensione o dallo stiramento muscolare. Tra le cause più comuni del mal di schiena ci sono la sciatica, la scoliosi ed altre alterazioni a carico della colonna vertebrale, come l’ernia del disco, l’osteoporosi, i traumi da infortuni etc. In prima istanza è necessario rivolgersi al medico affinché possa individuare la natura del dolore e, dunque, prescrivere poi la terapia più adeguata.

Bonus fisioterapia, come richiederlo
Bonus fisioterapia, come fare la domanda – ladradibiciclette.it

È sconsigliato il fai da te, una tempestiva di diagnosi del medico potrà infatti alleviare la sintomatologia ed estirpare il problema alla radice. Si stima che in Italia siano tantissime le persone afflitte da mal di schiena, soprattutto nella zona lombare. A causa della sedentarietà e delle troppe ore trascorse al pc in posizioni scomode, questa zona è contratta e tesa. Dunque tanti lavoratori richiedono l’ausilio del fisioterapista. Per tutti i coloro che vogliono risolvere questo problema e tornare a vivere serenamente, è importante che sappiano che è stato sancito un bonus ad hoc.

Non solo Bonus Psicologo, arriva anche quello per la fisioterapia

La circolare 14/e del 2023 sancisce che le spese sanitarie comprendono anche quelle per l’assistenza infermieristica e riabilitativa, tra cui la fisioterapia. Le spese sostenute per la fisioterapia possono essere dunque dedotte ai fini dell’Irpef del 19% dell’importo speso. La detrazione è applicabile sia nel modello 730 sia nel modello redditi persone fisiche. Non è necessario avere la previa prescrizione medica e, in taluni casi, è possibile pagare in contanti. Le persone con disabilità possono operare la deducibilità delle spese di fisioterapia come alternativa alla detrazione.

Mal di schiena addio, arriva il bonus fisioterapia
Bonus fisioterapia 2024, tutto quello che c’è da sapere – ladradibiciclette.it

Per richiedere la detrazione è necessario che il documento di certificazione del trattamento eseguito indichi i dati del fisioterapista e che presenti la descrizione puntuale della prestazione effettuata. Dovrà essere allegata la ricevuta fiscale o la fattura della spesa sostenuta, e il ticket laddove la prestazione sia a carico del Servizio Sanitario Nazionale. In assenza di tale documentazione è possibile allegare la ricevuta del versamento bancario postale, la copia del bollettino del MAV, nonché dei pagamenti effettuati tramite Pagopa e qualsiasi altro documento valido secondo legge, che attesti l’avvenuta transazione.

Impostazioni privacy