ladra di biciclette

il bike blog di una giornalista a pedali

Rapha, la linea top di abbigliamento ciclistico, riapre un pop-up a Milano

Il brand inglese di abbigliamento ciclistico che unisce stile e qualità, fondato da Simon Mottram nel 2004, torna a Milano con un pop-up store in via dei Fiori Chiari 9, a Brera, che rimarrà aperto fino al 27 giugno. Il “pop-up kit”, lo stile dell’allestimento, è quello degli altri store temporanei europei, all’insegna del “looking and feeling good“: grandi immagini fotografiche in bianco e nero che rafforzano l’idea che il ciclismo sia lo sport più appetibile che ci sia, un tavolone d’acero per prendere un caffè, stand appendiabiti che ricordano le saldature del telaio, la rastrelliera per chi entra in negozio direttamente con la bici.

Cosa c’è di nuovo? Senz’altro una maglia rosa antico con la zip, 100% lana merino, realizzata da un maglificio brianzolo, con tre tasche dietro con i bottoncini e leggermente a rilievo, tono su tono, la bici e il nome di Fausto Coppi declinato con lettering diversi. E’ la maglia della collezione Coppi, disponibile anche celeste e nera, in stile rétro anni Sessanta, dedicata a una delle icone ispiratrici preferite dal brand. Tributo di Rapha ai 100 Anni del Giro d’Italia, la maglia è unisex: in teoria cade molto dritta, alla maniera maschile. Nella realtà – l’ho provata -, in una taglia piccola, cade comunque molto bene: morbidissima e di un colore ad effetto rassicurante, nostalgico e antico.

Le altre novità da donna sono le maglie tecniche della collezione Souplesse, aerodinamiche e prestanti, nei colori lampone e carta da zucchero scura. Nuovo anche il gilet antivento color acquamarina, con le tasche più basse e una striscia traspirante sul retro.

Fittissimo il calendario che Marianna Pecis Cavagna, brand manager per l’Italia, ha costruito per animare, in chiave sportiva e social, il Rapha temporary store. Il mercoledì alle 18 e la domenica alle 8 partono dal negozio pedalate guidate che promettono, almeno in teoria, di avere un ritmo moderato. Ci sarà una women’s ride in data da definire. E’ previsto anche un weekend di fuoco, il 19-21 maggio, con presentazioni, sessioni di yoga per ciclisti, il party di apertura, un workshop di introduzione alla bici da corsa tenuto da Paolo Tagliacarne di Turbolento, uno dei miei coach preferiti.

stampa questo articolo
Navigate