ladra di biciclette

il bike blog di una giornalista a pedali, premio Giornalista Amica della Bicicletta Fiab 2018

Una favola sulla bicicletta per i piccoli ciclisti di domani

Come si racconta la storia della bicicletta ai bambini? E’ fresco di stampa il libro a schede, per bambini, pubblicato da Errata Ɔorrige, realizzato in collaborazione con Strider Italia e Bosch eBike Systems i cui introiti sosterranno Gold for Kids, il progetto a favore dell’oncologia pediatrica della Fondazione Umberto Veronesi. L’idea è raccontare la storia della bicicletta per bambini della scuola primaria con il pretesto che la protagonista Giulia vorrebbe andare in bicicletta, ma è ancora troppo piccola per farlo. Il libro è fatto a schede: mentre il bambino ascolta la storia impressa su un lato, può osservare il disegno sul retro.

Scritto e illustrato da Lea Glarey e Marta Lanfranco, Giulia e la bici magica si ispira all’esperienza di una bimba che, dall’oblò della sua camera vede passare, come in un film che attinge alla Storia, la Draisina inventata dal barone Karl Drais, la bicicletta con la grande ruota anteriore inventata da Michaux, le biciclette moderne fino ad arrivare all’ebike. Un bel modo per raccontare ai bambini, nell’anno in cui la bicicletta compie 200 anni, la sua meravigliosa storia

La pubblicazione del volume rientra in una serie di iniziative di sensibilizzazione sull’uso della bicicletta attivate all’interno delle scuole dell’infanzia da Strider, specializzata nelle balance bike senza pedali che aiutano i bambini dall’età di 18 mesi a sviluppare equilibrio, coordinamento e fiducia nelle due ruote.

È possibile acquistare il volume sul sito di Strider Italia, nelle librerie e nei negozi aderenti all’iniziativa. Parte del ricavato verrà devoluto a Gold for Kids, il progetto di Fondazione Umberto Veronesi che dal 2014 sostiene l‘oncologia pediatrica e degli adolescenti, finanziando protocolli di cura e accesso immediato alle terapie.

stampa questo articolo

Navigate